Archivio per luglio 2015

Elezioni – Primo Consiglio   Leave a comment

Venerdì scorso, 10 Luglio 2015, si è tenuta la giocata delle elezioni da cui sono usciti i cinque nomi dei cinque Consiglieri che formeranno il primo Consiglio decisionale dell’accampamento degli esuli.
Quattro pg e un png sono stati nominati, il loro mandato è iniziato il 3° Giorno del Mese di Tenebra (11 Luglio) ed essendo stata fissata la durata a due mesi finirà il 2° Giorno del Mese di Fuoco (1 Settembre).
In ordine alfabetico: Aivod, Guido, Phemt, Silla (png) e Vladimir sono gli attuali Consiglieri e a loro va il potere decisionale dell’accampamento, almeno fino a quando l’ordine pubblico sarà mantenuto stabile.
Non ce l’hanno fatta gli altri tre png candidati. L’anziano Exaius, dato come favorito, è scivolato dietro l’avvenente avian Silla, forse per via dei discorsi un po’ rigidi fatti dall’ex Sacerdote di Hentrikor. Il naturalista Dovitum non ha incontrato i favori popolari che evidentemente prediligono una maggior civilizzazione delle nuove terre. La ribelle Sayana esce a testa bassa con appena quattro voti con il suo programma rivoluzionario.
L’affluenza ai voti è stata piuttosto bassa, attorno al 40% di coloro che sono svegli, ovviamente, visto che gli addormentati non hanno avuto il privilegio di poter esprimere la preferenza.
Sul forum verrà aperta una sezione in cui i Consiglieri potranno discutere in una forma “play by forum” delle questioni riguardanti il Consiglio, evitando così la necessità scomoda di dover fare delle giocate in continuazione solo per questo. Il sistema è volto a migliorare e velocizzare le decisioni del Consiglio senza dover dipendere da serate in cui sono tutti presenti, cosa che in passato ha sempre creato molti rallentamenti, inefficienze, e lo stagnare del gioco.
In questo modo stiamo creando un ibrido “play by chat” / “play by forum” che combini i benefici di entrambi: l’azione e l’immersione della turnazione in “play by chat” e l’interazione indiretta per chi ha problemi di giorni e orari del “play by forum”.
Il Consiglio prenderà le decisioni per maggioranza, da qui la necessità di avere un numero dispari di membri, e si suppone che la popolazione tenderà a seguirle.
C’è da notare comunque che l’equilibrio attuale non è molto stabile, in quanto tutta la nuova vita degli esuli è molto sperimentale e non c’è un potere solido che possa imporsi veramente senza fare gli interessi del popolo.

Per rendere più comode le transizioni da un Consiglio all’altro, anticiperemo le candidature e le votazioni, portandole a giorni in cui sia comodo giocare, lasciando fisso solo il giorno in cui effettivamente finisce un mandato e inizia quello nuovo.
Questo significa che possiamo già prevedere le date delle giocate utili per le prossime candidature e le prossime elezioni.
Venerdì 21 Agosto 2015 (18° Giorno del Mese di Spazio) sarà effettuata la giocata delle candidature per il Secondo Consiglio.
Venerdì 28 Agosto 2015 (25° Giorno del Mese di Spazio) sarà effettuata la giocata delle elezioni per il Secondo Consiglio.
Da notare che il fatto che il mandato duri due mesi sovrascrive quando detto nel post precedente su questo blog in cui si parlava di un solo mese!

Diamo una nota anche a cosa sta succedendo in questi tempi sulla spiaggia e nei territori circostanti.
In questa sezione manterrò i punti saldi delle precedenti e segnalerò quali sono cambiati, cancellati o aggiunti, così che la situazione sia sempre la più chiara possibile.
Ovviamente gli eventi continuativi (come la disponibilità delle risorse) saranno riportati di volta in volta, mentre quelli singoli (come l’avvistamento della vela) saranno citati solo nel momento dell’avvenimento.

COSA GIOCARE
– Le tensioni sociali globali sono state allentate dall’elezione del Consiglio, c’è speranza che i Consiglieri possano migliorare le cose (NUOVO)
– Acqua dolce e cibo sono attualmente considerabili sufficienti a sfamare la popolazione, non c’è abbondanza, ma lavorando bene ce n’è per tutti
– Il legname da ardere è sufficiente ad alimentare i fuochi che aiutano a stare al caldo e all’asciutto dopo la pioggia
– Non ci sono ripari efficienti dalla pioggia
– Bastoni e pietre possono essere raccolti per difesa personale
– Cominciano a nascere piccoli malcontenti sociali da parte di coloro che vogliono un migliore stile di vita (RIMOSSO)
– Ci sono gruppi organizzati di guardie che pattugliano l’accampamento, ma non ci sono effettivi pericoli in vista
– I personaggi sono dotati di pantaloni, casacca e stivali, tutti forniti dalla nave, anonimi e di fattura mediocre

Annunci

Pubblicato 13 luglio 2015 da Frhay in Senza categoria

Candidature al Consiglio   Leave a comment

Sabato scorso, il 4 Luglio 2015, si è tenuta una giocata pubblica in cui i personaggi si sono riuniti all’accampamento per determinare le sorti della società che si sta formando sulla spiaggia delle nuove terre.
A prendere la parola ed incoraggiare il dialogo è stato l’anziano Exaius, sedicente Sacerdote di Hentrikor, della vecchia isola di Chivia.
Di comune accordo i diversi intervenuti hanno stabilito la necessità di formare un organo di coordinazione, chiamato temporaneamente Consiglio, e formato dunque da cinque Consiglieri, a carica limitata e rinnovabile, tramite elezione pubblica.
Le prime candidature sono già state accolte, in ordine alfabetico: Aivod, Exaius, Guido, Nalih, Phemt, Vladimir.
Altre candidature saranno ovviamente accettate, da qui al prossimo evento, che si terrà questo venerdì, il 10 Luglio 2015, sempre sulla spiaggia dell’accampamento, per partecipare alle votazioni vere e proprie.
Prima di allora sarà possibile presentare la propria candidatura ed il proprio programma sul forum all’indirizzo http://leisolegdr.forumfree.it/?t=71046349 per far sì che sia i giocatori sia i master possano prendere visione delle possibilità e decidere per chi votare nella prossima giocata.
Da notare che anche coloro che avevano già dichiarato la propria candidatura dovranno andare a scrivere sul forum, o si supporrà che non abbiano espresso alcun programma policito, il che ridurrà drasticamente la possibilità di ottenere voti.
Tenete presente che la maggior parte dei votanti saranno png, visto che i pg registrati sono ancora pochi, quindi l’esito delle votazioni prenderà in considerazione molti fattori nell’essere valutato da parte dei master.
Sicuramente i pareri dei personaggi giocanti avranno una valenza significativa, simulando che i personaggi siano qualcosa di più delle comparse e quindi tendano a trascinarle dalla loro parte. D’altro canto la popolazione attuale è abbastanza mista come composizione, e agirà secondo i propri interessi e le proprie convinzioni nel dare la propria preferenza.

Dettagli tecnici del Consiglio:
– Cinque membri che votano a maggioranza per le decisioni della comunità
– Rielezioni ogni mese con possibilità di riconferma
– I candidati al posto non possono votare durante le elezioni

Pubblicato 6 luglio 2015 da Frhay in Senza categoria

Archetipi e Linee di Sangue   Leave a comment

Dalle ultime giocate è risultato chiaro come la documentazione non sia stata abbastanza esauriente, ammesso che sia stata letta, per comprendere le dinamiche geografiche e storiche del mondo in cui ci stiamo muovendo e delle evoluzioni che ha subito ora che siamo entrati nel Libro Terzo. Cercherò in questa sede di fare un po’ di chiarezza, così che tutti i giocatori sappiano come meglio interpretare i loro personaggi. Considerate che quello che troverete scritto qui andrà a sovrascrivere retroattivamente quanto affermato dai personaggi nelle scorse giocate, in caso di conflitto, per fare in modo che i personaggi e i giocatori non debbano essere penalizzati da una semplice incomprensione di ambientazione.

Partiamo da una fondamentale suddivisione in aree geografiche, valida per tutto il mondo di gioco:
– Zone dove è chiara la presenza dei quattordici Spiriti
– Zone dove la magia esiste ma è attribuita a forze misteriose o divinità
– Zone dove la magia non esiste

La seconda e la terza zona sono accomunabili fra loro, rappresentando genericamente tutte le terre in cui l’esistenza dei quattordici Spiriti è sconosciuta e la magia, se presente, è attribuita ad altre entità. Vale la pena di notare che la magia deriva sempre e comunque dai quattordici Spiriti, solo che la gente di certe terre semplicemente non lo sa.
Tutti coloro che vengono da queste terre sono Enoita, nessuna esclusione, e possono quindi aver avuto a che fare unicamente con altri Enoita. Non avrebbe alcun senso diversamente, in quanto gli Enoita sono coloro che vivono appunto lontano dalla consapevolezza degli Spiriti.
Chi si gioca questo genere di personaggio ha più libertà di background, poichè la nuova ambientazione permette di mischiare qualsiasi passato, giustificando la nuova condizione con il viaggio in nave che ha privato ogni persona delle capacità speciali che aveva in precedenza. Nelle terre degli Enoita possono esserci divinità e grandi maghi così come negli altri luoghi, oppure non esserci magia affatto, su questo la scelta è lasciata ai giocatori.
Nelle terre degli Enoita nessuno conosce gli Spiriti in quanto tali, perchè ne manca completamente il culto.

Il primo tipo di terre invece è quello che merita l’attenzione maggiore, perchè rappresenta le terre dove la presenza degli Spiriti è nota ed accettata con consapevolezza.
Tutti gli archetipi e le linee di sangue che non siano Enoita vengono da terre dove la presenza degli Spiriti è palese.
Laddove gli Spiriti sono noti, tutti li conoscono, quindi i personaggi non Enoita conoscono per forza gli Spiriti, con i loro nomi, conoscono per forza i nomi degli archetipi e delle linee di sangue, con i loro nomi, poichè gli Spiriti parlano alla popolazione tramite gli Emissari, quindi la conoscenza comune è sicura e consolidata.
Nelle terre degli Spiriti la magia esiste, per quel che si sa è sempre esistita, a volte può aver avuto dei tracolli e delle riprese, ma è sempre stata lì.
Nelle terre degli Spiriti è conosciuta la minaccia di Caos, anche da parte di chi non l’ha mai affrontata. Caos è un’entità che cerca di distruggere l’equilibrio degli Spiriti, e si serve di un esercito chiamato Grigia Armata che cerca di sovvertire l’ordine costituito, e di sradicare l’operato degli Spiriti stessi.

Ora passiamo a definire invece brevemente il come si originano gli archetipi e le linee di sangue. Considerate che quanto segue si applica solo alle terre degli Spiriti, perchè altrove nascono solo Enoita.
Come già spiegato in altri documenti, non c’è genetica sulla nascita di un Neqawosa o di un Umano, è solo caso e indole, niente di più.
Una volta che nasce un Neqawosa il tipo di archetipo è nuovamente dettato principalmente dall’indoloe, quindi non c’è ereditarietà che giustifichi famiglie composte tutte dallo stesso archetipo o cose del genere.
Quando nasce un Umano invece, la linea di sangue che prende è ereditaria, ed in origine si è generata in base alle condizioni di vita dei diversi luoghi in cui si nasceva, per poi diventare qualcosa di tramandato dai genitori ai figli.
Le regole per la genetica si possono trovare da qualche parte sulla documentazione, all’occorrenza saranno tirate fuori e risistemate se dovessero servire. Eventualmente servitevi del forum per fare domande in merito a questo.

Pubblicato 6 luglio 2015 da Frhay in Senza categoria

Accampamento   Leave a comment

E così due settimane fa gli intrepidi personaggi delle isole sono sbarcati sulle nuove terre. Mille persone ora abitano l’accampamento di fortuna composto da falò e giacigli sulla spiaggia fino a quel momento immacolata. Quasi metà delle persone sono ancora sprofondate in quel sonno innaturale che le ha accompagnate durante il viaggio, mentre gli altri si sono dati da fare e si stanno dando da fare per allestire le basi di quella che dovrà essere una nuova società.

Al momento non c’è molto da fare, le risorse scarseggiano o sono difficilmente reperibili, la civiltà è tornata all’equivalente dell’età della pietra. Mangiare, bere, dormire, sopravvivere.
Il clima si è dimostrato imprevedibile, con violenti rovesci temporaleschi seguiti da tempo migliore, quasi come se le nuove terre, toccate dall’uomo per la prima volta, si stessero scuotendo infastidite. Forse impiegheranno un po’ ad abituarsi a questa nuova ed inaspettata presenza.
Piccoli corsi d’acqua sono stati inizialmente utilizzati come fonte di abbeveramento, visto che l’acqua del mare non è mai una buona scelta. In seguito con il legname di fortuna raccolto qua e là sono stati approntati dei rudimentali contenitori per raccogliere e sfruttare l’acqua piovana.
Gli esuli si nutrono al momento quasi solo di vegetali, siano essi bacche, radici, erbe, frutta spontanea. Gli animali e i pesci sembrano tenersi ben a distanza dall’uomo, e la mancanza di strumenti di caccia e pesca non renderebbe comunque semplice il prenderli. I frutti di mare sono l’unica cosa non vegetale, ma sono piuttosto rari.
Le piogge trovano gli esuli sempre piuttosto impreparati, non c’è stato ancora modo di approntare dei veri ripari, e così tutte le persone accampate si trovano ad essere più spesso bagnate anzichè no. Fortunatamente la temperatura non è ancora scesa al punto da rendere la cosa problematica e i fuochi da campo lavorano a pieno regime sulla spiaggia, alimentati senza sosta.
Il paesaggio offre legname assortito da utilizzare insieme a pietre per costruire degli attrezzi rudimentali, di breve durata e scarsa qualità, ma comunque meglio di niente. Inoltre anche per difesa personale un sasso o un bastone possono sempre fare la differenza, se necessario.
Le esplorazioni preliminari hanno rilevato che l’accampamento si trova in realtà su un’isola molto piccola, nei pressi di un lembo di terra più grosso non troppo distante. Per quel che riguarda l’isola piccola il paesaggio è piuttosto monotono comunque, e dalla vegetazione piuttosto rada.

A livello sociale c’è ancora abbastanza tolleranza e voglia di collaborare, anche se alcuni cominciano a diventare insofferenti per questo nuovo disagiato stile di vita.
Negli ultimi giorni alcune sentinelle sulla riva del mare hanno segnalato la presenza di quella che sembrava una vela in lontananza, ma le nuvole hanno reso difficile dare conferma dell’avvistamento.
Sempre negli ultimi giorni si vocifera che diverse persone si stiano organizzando per indire una riunione allo scopo di fare il punto della situazione e migliorare l’organizzazione della comunità.

COSA GIOCARE
– Acqua dolce e cibo sono attualmente considerabili sufficienti a sfamare la popolazione, non c’è abbondanza, ma lavorando bene ce n’è per tutti
– Il legname da ardere è sufficiente ad alimentare i fuochi che aiutano a stare al caldo e all’asciutto dopo la pioggia
– Non ci sono ripari efficienti dalla pioggia
– Bastoni e pietre possono essere raccolti per difesa personale
– Cominciano a nascere piccoli malcontenti sociali da parte di coloro che vogliono un migliore stile di vita
– Si dice che una vela sia stata avvistata all’orizzonte verso nord
– Ci sono gruppi organizzati di guardie che pattugliano l’accampamento, ma non ci sono effettivi pericoli in vista
– I personaggi sono dotati di pantaloni, casacca e stivali, tutti forniti dalla nave, anonimi e di fattura mediocre

Pubblicato 3 luglio 2015 da Frhay in Senza categoria